guida

GUIDA ALL'ASSOCIAZIONE

CONFARTIGIANATO ROMA CITTA’ METROPOLITANA

regolamento

BROCHURE NAZIONALE

CONFARTIGIANATO ROMA CITTA’ METROPOLITANA

tesseramento

CONFARTIGIANATO PERSONE

CONFARTIGIANATO ROMA CITTA’ METROPOLITANA

guida

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE

CONFARTIGIANATO ROMA CITTA’ METROPOLITANA

TIMELINE, LE NOTIZIE DANNO I NUMERI SETTIMANA 15 – 19 FEBBRAIO

Fisco in Italia, Confartigianato. Pesa 24 mld in più di media Ue[Vai alla notizia]

Siamo ultimi nell’Ue e al 128° posto nel mondo per la pressione del fisco, tempi e procedure per pagare le tasse. La riforma dell’Irpef è il primo passo di una indispensabile revisione complessiva del sistema fiscale per ridurre il peso delle tasse su imprese e cittadini, il numero di adempimenti e le complicazioni per pagarle”. Lo hanno sottolineato i rappresentanti di Confartigianato in Commissioni Finanze di Camera e Senato sulla riforma dell’Irpef.

 

Incentivi Startup e PMI, le condizioni. Investimento da mantenere per almeno 3 anni[Vai alla notizia]

“L’agevolazione fiscale, introdotta dal decreto Rilancio, è pari al 50% dell’investimento effettuato nelle startup innovative (investimento agevolabile fino ad un massimo di 100 mila euro, per ciascun periodo di imposta) e nelle PMI innovative (fino ad un massimo di 300 mila euro, oltre tale limite, sulla parte eccedente l’investitore può detrarre il 30% in ciascun periodo d’imposta), nei limiti delle soglie fissate dal regime “de minimis””.

 

Cosa succede dopo il blocco? 20% aziende riprenderà licenziamenti[Vai alla notizia]

Il 20% delle aziende italiane opererà licenziamenti una volta terminato il blocco deciso dal governo, ad oggi previsto fino al 31 marzo 2021. Quasi un’impresa su 4 (il 24%) non ha invece ancora maturato una decisione e rimanda la scelta a eventuali nuove misure di sostegno. Il 9% proseguirà con la cassa integrazione mentre il 53,5% non ha previsto nessuna dismissione.

 

Gioco pubblico e lockdown. A rischio 180mila posti di lavoro[Vai alla notizia]

Il difetto tutto italiano di considerare il gioco pubblico soltanto un problema tra il malaffare e la ludopatia anziché un ramo del settore industriale è esploso in tutto il fragore con la pandemia. Prima del Covid, nonostante le misure di contrasto alla ludopatia adottate sia a livello nazionale sia a livello regionale, l’industria del gioco pubblica garantiva allo Stato oltre 10 miliardi di entrate l’anno.

 

Conti correnti, idee per investire. Disponibili 1.700 miliardi[Vai alla notizia]

La moneta è solo uno strumento. Il risparmio è una grande virtù. Quando è troppo, però, lo è anche meno. O forse non lo è più. Oramai siamo abituati a leggere i dati sulla propensione al risparmio degli italiani, come minimo raddoppiata, e a sentirci in un certo senso rassicurati da tanta parsimonia di famiglie e imprese. Una sorta di grande cuscino sul quale un Paese — fortemente indebolito dal virus e dalla crisi economica — può ripiegare la propria testa.

 

Cashback, portale per i “reclami”. 3,2 milioni di utenti interessati[Vai alla notizia]

Il rimborso del programma Cashback è inesatto o manca del tutto? Ancora pochi giorni e i 3,2 milioni di utenti che hanno registrato almeno 10 transazioni valide nel periodo natalizio potranno saperlo ed – eventualmente – sporgere un reclamo. La Consap, la società incaricata di gestire per conto del Mef i rimborsi e gli eventuali reclami ad essi relativi – ha iniziato a mandare online il portale dedicato proprio a lamentare incongruenze tra quanto maturato e quanto ricevuto indietro.