Aperture di nuovi laboratori artigianali alimentari nel sito Unesco: Confartigianato Roma Favorevole!

Sarà votata (forse) venerdì, in coda al bilancio di previsione, la mozione presentata dalla lista civica Calenda per lo stop di altri tre anni all’apertura di nuovi laboratori artigianali alimentari nel sito Unesco.
Ieri, nel frattempo, è stato approvato alla Camera il dl Concorrenza nel quale è inserito l’emendamento per rinnovare, per tutto il 2024, le deroghe ai dehors autorizzati con procedura semplificata durante l’emergenza Covid.

Il Presidente di Confartigianato Roma Andrea Rotondo considera l’allarme immotivato a fronte delle nuove regole «profondamente ostative» e aggiunge:

“Manifestiamo il nostro impegno a collaborare con l’Amministrazione affinché venga rispettata la qualifica di Impresa Artigiana per le nuove aperture e non accada, come negli anni passati, che centinaia di imprese avviino nel Centro Storico e nella Zona Unesco la propria attività senza averne i requisiti e millantando di essere imprese Artigiane. In riferimento alla problematica del numero e tipologia delle imprese e del conseguente monitoraggio: “Proponiamo a Roma Capitale, la costituzione di un Osservatorio che coinvolga i comitati dei residenti e le associazioni di categoria del settore con l’obiettivo di verificare periodicamente la qualificazione del tessuto commerciale e il miglioramento del decoro territoriale anche tramite il puntuale monitoraggio del saldo tra aperture e chiusure della attività di artigianato alimentare”.