Nuova Sabatini

La Nuova Sabatini è un’agevolazione messa a disposizione dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy a sostegno di investimenti per le micro, piccole e medie imprese per l’acquisto o l’acquisizione in leasing di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.

Agevolazione

Il Finanziamento deve essere:

  • di durata non superiore a 5 anni;
  • di importo compreso tra 20.000 euro e 4 milioni di euro;
  • interamente utilizzato per coprire gli investimenti ammissibili.
L’agevolazione si concretizza in un contributo in conto impianti il cui ammontare è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni e di importo uguale all’investimento, ad un tasso d’interesse annuo pari al:
 

Tipologie d'investimenti

Tutti i beni a prescindere dalla tipologia di incentivo (ordinario/4.0/green) devono:

  • essere nuovi di fabbrica;
  • essere riferiti alle immobilizzazioni materiali per “impianti e macchinari”, “attrezzature industriali e commerciali” e “altri beni” come software e tecnologie digitali;
  • devono essere correlati all’attività d’impresa;
  • deve sussistere un’autonomia funzionale del bene (non sono ammessi parti di macchinari).

Beni strumentali

Spese classificabili nell’attivo dello stato patrimoniale alle voci B.II.2, B.II.3 e B.II.4

Beni 4.0

I beni 4.0 oggetto del contributo maggiorato sono definiti in allegato.

Beni green

Beni in possesso delle certificazioni previste sono definiti in allegato.

Beneficiari

Possono richiedere il finanziamento le MPMI che alla data della presentazione della domanda risultano:
1. Costituite e iscritte alla camera di commercio;
2. non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatoria;
3. non si trovano in condizioni tali da risultare imprese in difficoltà;
4. abbiano sede legale o una unità locale in Italia; per le imprese non residenti nel territorio italiano il possesso di una unità locale in Italia deve essere dimostrato in sede di presentazione della richiesta di erogazione del contributo.

Richiedi una consulenza per saperne di più